Latitante internazionale catturato a Playa de Las Americas dalla Policia Nacional

Latitante internazionale catturato a Playa de Las Americas

Un latitante internazionale è stato catturato ad Arona mentre gestiva un’attività nella zona turistica di Playa de las Américas. Il cittadino belga di 28 anni, ricercato in Europa per reati legati al traffico di droga, stava cercando di passare inosservato sotto l’occhio di un Mandato di Arresto Europeo emesso dal Belgio.

La Polizia Nazionale ha arrestato il fuggitivo nel sud di Tenerife, nel comune di Arona, dove tentava di mantenere un profilo basso gestendo un’attività nella popolare zona turistica di Playa de las Américas.

L’individuo era oggetto di un Mandato di Arresto Europeo emesso dalle autorità giudiziarie del Belgio. La Direzione Generale della Polizia, attraverso i suoi organi di Cooperazione Poliziale Internazionale, ha fornito informazioni agli agenti a Tenerife incaricati di localizzare i fuggitivi internazionali. Queste informazioni suggerivano che il fuggitivo belga potesse trovarsi nella zona sud dell’isola di Tenerife.

Dopo varie indagini, la polizia nazionale è riuscita a localizzare il giovane belga ad Arona. Gli agenti hanno stabilito un’operazione discreta per arrestare il latitante in modo sicuro. Infine, hanno proceduto al suo arresto a Playa de las Américas e lo hanno trasferito alle dipendenze della polizia.

Secondo fonti consultate, il fuggitivo è stato presentato fisicamente al Tribunale di Istruzione di Guardia di Arona ed è rimasto a disposizione dei Tribunali Centrali di Istruzione.

Gli eventi recenti ricordano casi simili della Polizia Nazionale nel 2022, quando fu catturato a Los Cristianos un pericoloso narcotrafficante condannato all’ergastolo nel Regno Unito. Un’altra situazione simile fu quella di un sequestratore e rapinatore italiano, che fu detenuto dalla Guardia Civil ad Arona. Questo individuo risiedeva in una villa valutata oltre 3.000.000 €, situata in una delle aree più esclusive di Playa de las Américas.


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *